LA DOLCEZZA DI UN CAMBIAMENTO

CHOCOLAT (USA, 2000)

Un film di Lasse Hallström

Con Juliette Binoche, Judi Dench, Johnny Depp e Alfred Molina

Ci sono film che con il tempo acquisiscono ulteriore fascino e bellezza rispetto a quando li abbiamo visti la prima volta; credo che questo concetto calzi a pennello anche alla pellicola diretta dal regista svedese Lasse Hallström Chocolat, che se ad una prima visione può semplicemente essere giudicata una graziosa commedia che invoglia gli spettatori a correre in una cioccolateria, diviene con il tempo e con le successive visioni un rimedio allo stress quotidiano. Guardare e riguardare Chocolat può essere infatti un ottima cura nelle giornate in cui ci sentiamo un po’ giù, perchè il film attraverso i toni della commedia ma anche della fiaba trasmette allo spettatore spensieratezza e voglia di vivere e ci fa pensare almeno per un istante “ah, come sarebbe bello se..”.

Il film si svolge nel 1959 a Lansquenet, un piccolo ed inventato paesino francese votato alla tranquilite’, formato da poche persone i cui ritmi sono dettati dalle sacre funzioni e dal sindaco, conte di Reynaud, guida spirituale e giudice della morale pubblica ancora di più del giovane e sottomesso parroco. Ma il vento del nord porta in questo paesino la dolce Vianne accompagnata dalla sua figlioletta. La donna, emancipata e poco interessata al culto religioso, pur rispettandolo, decide di affittare un vecchio negozio e aprirvi una cioccolateria proprio durante la Quaresima, scatenando quindi le ire del sindaco che metterà in atto nei loro confronti un vero e proprio boicottaggio. Ma anche grazie all’aiuto di Roux, uno zingaro musicista arrivato anch’egli nel paesello le cose iniziano ad andare per il verso giusto e molti dei morigerati e rigorosi abitanti si trovano a cambiare idea, e a vedere in quella donna particolare un amica della quale fidarsi e non una tentazione diabolica come le omelie del giovane parroco, ma scritte dal sindaco, lasciavano intendere. Alla fine tutti si ricrederanno e gli abitanti del piccolo borgo, sindaco compreso, saranno alleggeriti da questo vento di novità e troveranno la forza di accogliere il prossimo con minor diffidenza.

Ad impreziosire il film troviamo un cast di grande livello; nel ruolo della deliziosa e “spregiudicata” cioccolataia troviamo la bravissima attrice francese Juliette Binoche mentre l’anziana e malata padrona del negozio è la sempre straordinaria Judi Dench (entrambe per questo film sono state candidate all’Oscar), Johnny Depp veste i panni dell’affascinante Roux in una delle poche interpretazioni in cui è possibile vederlo senza pesantissimi trucchi sul volto, e Alfred Molina, grande attore del teatreo inglese, è il temuto e rispettato sindaco.

Accettazione del diverso e rispetto delle altrui idee sono forse i temi portanti di questo film, anche se ciò che più rimane nella mente dello spettatore sono deliziose tazze di cioccolata bollente, capezzoli di Venere e tante altre squisitezze…

Annunci